mercoledì 30 maggio 2007

Matrimonio Gay in Europa/ Progressi


Il 16 maggio 2007 il governo norvegese socialista di Jens Stoltenberg ha presentato in commissione parlamentare un disegno di legge che apra il matrimonio alle coppie omosessuali, abrogando le attuali unioni civili.

Stesso percorso
era stato avviato dal governo svedese di Persson nel 2006, prima delle elezioni che hanno portato al potere il centrodestra. Nel gennaio 2007 la commissione incaricata di studiare il dossier ha raccomandato al nuovo parlamento l'estensione della legge sul matrimonio. La Chiesa di Svezia ha espresso lo stesso parere a marzo. Il Primo Ministro conservatore Reinfeldt non si opporrà alla nuova legge, in un panorama politico dove il solo partito che ha dichiarato la sua contrarietà sono i Kristdemokraterna (democristiani).

La previsione per l'Europa, dunque è che Svezia e Norvegia (seguite con tutta probabilità da Danimarca, Finlandia e Islanda) saranno i prossimi paesi a seguire Olanda, Belgio e Spagna in questo processo. Nonostante il parere favorevole dell'opinione pubblica, in Francia Sarkozy non intende andare aldilà di alcune modifiche degli attuali PACS. Allo stesso modo, è altamente improbabile che in Germania si arrivi al matrimonio gay finché la sinistra non sarà in grado di tornare al governo. Se otterrà un secondo mandato, il socialista José Socrates promette che introdurrà il matrimonio gay anche in Portogallo.

Ricordo, infine, che le coppie omosessuali in Svezia hanno già il diritto di adozione congiunta, all'interno di un'unione civile.

6 commenti:

Totentanz ha detto...

Ho letto da qualche parte che la Chiesa di Svezia non solo si è detta favorevole al matrimonio per gli omosessuali, ma addirittura pronta a celebrarne il rito religioso in maniera esattamente equivalente al matrimonio tra eterosessuali.

Per la Germania, se non si dovesse arrivare al matrimonio, le "Partnerschaft" tedesche sono comunque dei matrimoni a tutti gli effetti, e come tali vengono anche festeggiati (te lo dice uno che ha dovuto sborsare la sua quota regalo sia per un matrimonio gay che per uno lesbico). L'unico limite è l'adozione.

F ha detto...

In realtà, la Chiesa di Svezia è disposta a celebrare soltanto delle "benedizioni" e non dei matrimoni veri e propri. Al che le associazioni LGBT svedesi hanno reagito con stizza, chiedendo al governo di OBBLIGARE la Chiesa a celebrare i matrimoni, se la legge dovesse passare.

Situazioni che da noi sono semplicemente fantascientifiche.

Anche nel Regno Unito le Civil Partnership danno gli stessi diritti del matrimonio (adozione inclusa). Ma anche i nomi, secondo me, sono importanti. Finché ci saranno partner e non coniugi, non ci sarà perfetta uguaglianza.

Resta un amore forse non di serie B, ma di serie A2.

L. ha detto...

Vogliamo fare qualcosa per spiegare a wikipedia che è inutile che cerchino di colorare l'Italia in questa mappa???

F ha detto...

Sì, sono convinti che in alcune regioni ci siano una specie di PACS.. qualche utente di wiki si faccia avanti per correggere!

M ha detto...

Vieni con me sull'isoloa che non c'è... Vai qui : http://www.olsenweb.it/othimages/zio-gay-mini.jpg (p.s. non so chi sia quel tizio orribile nella foto) M.

Kiri ha detto...

Keep up the good work.