martedì 24 aprile 2007

Un Silvio dentro l'altro



Non soddisfatto delle dichiarazioni di una settimana fa a proposito del migliaio di Russi che voleva sgranchirsi un po' le gambe in piazza Pushkin, il Nostro Eroe ha voluto ribadire la sua posizione: Putin, uomo della Provvidenza.

Alcune considerazioni:

  1. Silvio è come una matrioska. Quando pensi non potrà dirla più grossa, ecco che lo sviti un po' ed esce una nuova bambolina, più terribile di prima.
  2. Quanti uomini ci manderà ancora la Provvidenza? Non era già stato inviato Silvio stesso? Qualcuno può gentilmente spiegare alla Provvidenza che viviamo bene anche senza? Grazie.
  3. Cos'altro deve dichiarare il Nano, affinché metà degli Italioti che ancora gli va appresso capisca che quest'uomo se ne sbatte di tutto quello che si chiama ABC della democrazia?
  4. In un altro paese si sarebbe sollevato un polverone. Possibile che da noi si parla soltanto di quante troie si porta in Sardegna? La sinistra perdona solo perché non è al potere? Illusi.
  5. La metà italiota, fino a quando crederà che qualsiasi informazione è solo una montatura della stampa comunista che domina il mondo?

Sono disgustato.

1 commento:

Lele ha detto...

Perchè, le informazioni non sono tutte montature della stampa comunista che domina il mondo? E da dentro una di queste matrioske escono pure le veline? :D