martedì 6 novembre 2007

Personaggi/ Enzo Biagi


Amavi la brevità e non sarò da meno.
Hai servito il tuo Paese, hai creduto nel giornalismo. Non hai mai abbassato la testa.
Non sei un eroe, sei stato come ogni cittadino dovrebbe essere.
Poche persone hanno descritto l'Italia come te. Mi dispiace che, ciononostante, sei rimasto fino in fondo un cattolico.
Forse è questo che mi dispiace. La morte di un 87enne non dovrebbe destare preoccupazioni, la tua sì. Segno che della tua lezione di professionalità non si è imparato niente.